Denti da latte cariati: ecco perché è importante curarli

Denti da latte cariati: ecco perché è importante curarli

Piccoli e delicati, i denti da latte cariati fanno anche molto male: ecco perché non trascurarli

Ogni giorno temi il fatidico momento nel quale devi rincorrere tuo figlio per convincerlo a lavarsi i denti? Purtroppo si tratta di uno sforzo necessario, perché anche i denti da latte cariati possono causare diversi problemi e devono essere curati, senza se e senza ma!

Andiamo a vedere perché e come farlo nel modo migliore.

Quali sono le cause delle carie nei denti da latte?

Proprio come per gli adulti e per i denti permanenti, in primis, sono le cattive abitudini a determinare la formazione della carie nei bambini, in particolare:

  • Scorretta igiene orale (non lavare i denti almeno due volte al giorno e dopo i pasti principali).
  • Tecnica sbagliata di spazzolamento.
  • Consumo eccessivo di cibi e alimenti zuccherati (anche l’utilizzo di miele e altre sostanze dolci sul ciuccio).

Inoltre, nei bambini può incidere un’eventuale carenza di fluoro e il fatto che i loro denti siano molto piccoli e delicati, con lo smalto meno mineralizzato, quindi più soggetti ad un’infezione che progredisce velocemente.

Denti da latte cariati: perché curarli è importante?

Molto spesso si fa l’errore di considerare i denti da latte meno importanti, perché poi dovranno cadere ed essere sostituiti da quelli permanenti: assolutamente sbagliato!

Innanzi tutto perché i denti da latte cariati fanno molto male.

Come già accennato poi, il processo carioso è molto più rapido: infatti, il tessuto duro sovrastante la camera pulpare ha uno spessore ridotto e, quindi, è molto più sottoposto a rischio d’infezione e le probabilità che si formino ascessi o fistole dolorose sono alte.

Inoltre, trascurando una carie nel dente da latte, si corre il rischio di compromettere la corretta eruzione e la salute dei denti permanenti.

Perdere un dente precocemente, a causa dell’infezione, infatti, lascia uno spazio vuoto che ben presto sarà occupato dagli altri denti già presenti della bocca, impedendo al dente sottostante di uscire in modo corretto.

Insomma, sottovalutare il problema o anche solo trascurarlo, potrebbe determinare la necessità di sottoporsi a terapie odontoiatriche da adulti, lunghi e invasive. 

Come curare la carie nel dente da latte?

Esattamente nello stesso modo in cui si curano quelle dei denti permanenti.

Una volta che si è formata la carie, bisogna subito intervenire per bloccare la progressione dell’infezione. Oggi è possibile farlo con metodi moderni e poco invasivi come:

  • Ozonoterapia: attraverso una miscela di ozono ed ossigeno viene bloccata con delicatezza la progressione della carie, senza ricorrere al trapano e all’anestesia.
  • Laser odontoiatrico: una tecnologia alternativa al bisturi che permette di rimuovere la carie e disinfettare il dente.
  • Terapia conservativa: permette di curare denti affetti da processi cariosi con tecniche poco invasive, prima che possano peggiorare.

Un valido aiuto nel trattamento dei denti da latte cariati è rappresentato dalla sedazione cosciente, che consiste nella somministrazione per via aerea di un leggero sedativo, che induce il benessere e il rilassamento corporeo, utile soprattutto per i bambini più piccoli.

Presso lo studio Fadda, specializzato in pedodonzia, ovvero la cura dei denti per i bambini e ragazzi, eseguiamo tutti questi trattamenti ed offriamo un approccio psicologico pediatrico ai piccoli pazienti, per farli sentire a loro agio in ogni momento!

Contattaci e fissa un appuntamento, ci troviamo in zona San Giovanni a Roma.

Leave a Reply

Your email address will not be published.