Estate e mal di denti nei bambini: tutta colpa dei gelati?

Estate e mal di denti nei bambini: tutta colpa dei gelati?

Mal di denti bambini

Si parte per le vacanze! Ecco come prevenire il mal di denti nei bambini

Sai che il pericolo di carie per il tuo bambino aumenta in estate? Infatti, durante la bella stagione si verifica un consumo maggiore di snack, succhi di frutta e gelati, anche se questa è solo una delle tante motivazioni che causa mal di denti ai bambini e, in generale, problemi al cavo orale.

Andiamo allora a vedere quali sono le regole auree da seguire, non solo in estate, ma tutto l’anno, per evitare patologie e, in caso, individuarle tempestivamente prima che provochino danni irreversibili.

Mal di denti ed estate: ecco perché sono collegati

Durante l’estate, non è raro che i bambini, così come gli adulti, accusino mal di denti improvvisi o dolori alle gengive. Ma perché?

Il caldo e l’esposizione prolungata al sole possono facilitare la proliferazione batterica, quindi la comparsa di infiammazioni. Le ferie, inoltre, sono il momento nel quale ci si dedica maggiormente agli sport all’aria aperta, come mountain bike e beach volley, che aumentano il pericolo di traumi dentali.

In particolare, in vacanza poi è facile allentare la guardia sul consumo di cibi poco salutari per lo smalto, come snack, gelati, aperitivi e bibite zuccherate, magari trascurando di lavare i denti correttamente, ancheperché si è spesso fuori casa.

L’igiene dentale però non ammette pause estive! Infatti, la placca batterica si diffonde velocemente e può provocare alitosi, ma soprattutto infezioni del cavo orale insidiose.

Le infezioni del cavo orale più comuni in estate (e non solo!)

Non solo durante la bella stagione, ma durante tutto l’anno è necessario non “abbassare la guardia” per evitare problematiche serie come:

  • Carie dentale. Determinata prevalentemente dal batterio Streptococcus mutans, è il principale risultato di un processo di demineralizzazione dei denti, La carie è considerata una delle cause principali della caduta dei denti nei bambini con meno di 12 anni, soprattutto se consumano spesso cibi molto zuccherati e sono meno costanti nel lavare i denti in modo corretto.
  • Gengivite.  Rappresenta il primo stadio della malattia parodontale ed è causata dall’accumulo di tartaro, quindi batteri nei solchi gengivali. Si manifesta con uno stato infiammatorio e tumefazioni che, a loro volta, sono all’origine di sanguinamenti, gonfiore e dolore.
  • Parodontite. Una gengivite trascurata causa l’infiammazione fin sotto il margine gengivale, le strutture ossee e i tessuti che circondano e supportano i denti, quindi il rischio concreto è quello della caduta e della distruzione dell’osso.

Le buone abitudini che aiutano a prevenire il mal di denti nei bambini

Ecco le sane abitudini che non devono mai andare in vacanza e le regole che è necessario seguire fin da piccoli:

  • Lavare e spazzolare i denti per almeno due minuti dopo ogni pasto e almeno due volte al giorno, senza dimenticare la lingua!
  • Cambiare spesso lo spazzolino, una volta ogni due mesi o quando le setole sono consumate.
  • Utilizzare il filo interdentale ogni sera per rimuovere i residui di cibo e placca che si depositano negli spazi interdentali e che sono difficili da raggiungere con lo spazzolino.
  •  Evitare un consumo eccessivo di cibi e bevande zuccherati.
  • Sottoporsi ad una seduta d’igiene dentale professionale ogni sei mesi ed una visita periodica dal dentista.

Anche i denti da latte cariati fanno molto male e possono compromettere la corretta eruzione di quelli permanenti.

Se non l’hai ancora fatto allora, prenota una visita di controllo per tuo figlio prima delle vacanze estive presso lo Studio Fadda specializzato in pedodonzia, ovvero la cura dei denti per bambini e ragazzi.

Leave a Reply

Your email address will not be published.