Candidosi orale: sintomi più comuni e rimedi più efficaci

Candidosi orale: sintomi più comuni e rimedi più efficaci

Macchie bianche sulla lingua? Ecco cos’è candidosi orale, i sintomi e come trattarla

Hai notato sulla lingua del tuo bambino una strana patina bianca? Molto probabilmente è causata dalla candidosi orale, nota comunemente come “mughetto”, molto diffusa tra i bambini e anche i neonati.

Ma a parte questo, la candidosi orale che sintomi ha, da cosa è generata e come va curata? Ecco qualche informazione utile.

Cos’è la candidosi orale?

La candidosi è un’infezione può colpire diverse parti del corpo, causata dal fungo Candida albicans, normalmente presente nel cavo orale, nel tratto gastrointestinale e nella vagina, che svolge un ruolo rilevante nella digestione degli zuccheri mediante un processo di fermentazione.

Quando il fungo prolifera in modo esagerato e diventa patogeno nel cavo orale, si parla, appunto, di candidosi orale, o mughetto.

Candidosi orale: i sintomi più comuni

Riconoscere questa infezione del cavo orale non è affatto difficile, perché si presenta con delle caratteristiche molto precise. Andiamo a scoprire quindi la candidosi orale e i sintomi più comuni:

  • Patina bianca e macchie bianche sulla lingua, il palato, la parete interna delle guance e/o gola.
  • Mal di gola.
  • Bruciore in bocca.
  • Difficoltà nella deglutizione.
  • Percezione di un sapore metallico, acido, salato o amaro.
  • Mancanza di percezione dei sapori.
  • Pianto, irritabilità.
  • Febbre, vomito e diarrea (nei casi più gravi).

Nei neonati e nei bambini piccoli un segnale può essere il rifiuto del seno materno, del biberon, del ciuccio e del cibo in generale.

Le cause della candidosi orale nei bambini

La proliferazione del fungo nel cavo orale può essere determinata da diverse cause, come ad esempio:

  • Abbassamento delle difese immunitarie, improvviso e significativo, ad esempio in associazione ad un evento acuto virale o batterico, o causato dall’utilizzo prolungato dell’antibiotico, che abbassa le difese immunitarie.
  • Contatto con mucose o saliva di un soggetto con micosi in corso (ad esempio il bacio di una persona o la poppata).
  • Stress. Può colpire anche i bambini in periodi difficili e caratterizzati dal nervosismo, dovuto ad esempio ad un cambiamento repentino.
  • Alimentazione sbagliata o indigestione. Un pasto troppo ricco, che provoca digestione difficile o vera e propria indigestione, può essere un elemento scatenante.

I neonati non allattati al seno sviluppano frequentemente il mughetto, poiché sprovvisti di quei preziosi Lattobacilli e Bifidobatteri che solo il colostro e il latte materno sono in grado di trasferire e, inoltre, risultano deficitari anche in lattoferrina, una sostanza non presente nel latte artificiale, che svolge importanti funzioni immunomodulanti e antinfettive.

Come trattare e prevenire la candida orale?

Per diagnosticare il mughetto è necessario rivolgersi al medico o, ancora meglio, al dentista dei bambini, che provvederà a prescrivere dei farmaci specifici antimicotici o antifungini, scegliendo il principio attivo più adatto, basandosi sulla sua esperienza personale e sul paziente.

Per alleviare la candidosi orale e i sintomi è possibile fare dei lavaggi con acqua e bicarbonato, avvalendosi di garze sterili.

Per prevenire l’infezione, invece, è opportuno far seguire ai bambini, già in tenera età, le regole di una corretta igiene orale e prendere dei controlli periodici che consentono di intervenire tempestivamente per la risoluzione di qualsiasi problema.

Vuoi prenotare una visita o chiedere un consulto? Contatta lo Studio Fadda specializzato in pedodonzia: ci troviamo a Roma in via Gallia 214, nella centrale zona San Giovanni.

Leave a Reply

Your email address will not be published.